Privacy 

IL RISCHIO CARDIOVASCOLARE

Il rischio cardiovascolare globale assoluto è un indicatore che permette di valutare la probabilità di ammalarsi di un evento cardiovascolare maggiore conoscendo il livello di alcuni fattori di rischio. E’ stata infatti abbandonata l’idea di identificare le persone a rischio sulla base dei fattori considerati singolarmente, ma viene presa in considerazione la loro valutazione globale. Per questo, il rischio globale assoluto non è la semplice somma del rischio dovuto ai singoli fattori.

 
 

FATTORI DI RISCHIO

I fattori di rischio sono quelle caratteristiche derivanti da abitudini e stili di vita non corretti, fattori ambientali e biologici che, se presenti in un soggetto esente da manifestazioni cliniche della malattia, predicono la probabilità di ammalare in un certo periodo di tempo.

 
 

MANGIAMO SANO

La salute e l’efficienza dell’uomo dipendono in gran parte dall’alimentazione, che contribuisce a costruire, rigenerare, mantenere il corpo e a fornire l’energia indispensabile al buon funzionamento dell’organismo.
Mangiare troppo e in maniera non corretta può causare sovrappeso, ipertensione arteriosa, diabete, ipercolesterolemia, e quindi aumentare il rischio di malattie cardiovascolari, diabete e tumori. Mangiare lentamente aiuta a mantenersi in forma e riduce il rischio di sovrappeso e obesità: assaporare i cibi e masticare a lungo permette ai recettori del gusto di inviare al cervello il “messaggio di sazietà”.

 

 
 

ELIMINIAMO IL FUMO

Il fumo, dopo l’età, è il fattore di rischio più importante per le malattie cardiovascolari, La speranza di vita di un fumatore è otto anni inferiore a quella di un non fumatore, chi fuma ha una probabilità doppia di essere colpito da infarto rispetto a chi non fuma e chi fuma ha una probabilità dieci volte superiore di essere colpito da cancro ai polmoni.

 
 

CONTROLLIAMO IL PESO

L’eccesso di peso aumenta il rischio di ipertensione, ipercolesterolemia e diabete, condizioni che aumentano il rischio di malattia cardiovascolare e ictus. Il peso del nostro corpo dipende dal rapporto tra energia assunta, attraverso il cibo che mangiamo, ed energia utilizzata. Ogni rottura dell’equilibrio tra fabbisogno e assunzione di calorie si traduce in aumento o diminuzione di peso: essere sovrappeso significa assumere più calorie di quante se ne consumano.

 

 
 
[1] [2] >